Skip to content

Sapere quel che si fa

martedì 19 giugno , 2007
by

Si moltiplicano nei forum le richieste d’aiuto per l’installazione di software come OpenCompositig.
Parallele crescono le critiche, ed esponenziali aumentano il”ma non funziona niente, fa schifo”, i giudizi.

app2.png


Ragazzi, suvvia, bisogna sapere quel che si fa.
Bisogna sapere che si sta installando un’applicazione che NON è da considerare stabile. E’ infatti in fase di sviluppo.
E attenzione: non è qualcosa che al massimo non funziona, è un ‘applicazione che ha radici profonde nel nostro sistema.Non voglio fare allarmismo, ne screditare alcunchè, consiglio solo prudenza nell’installare qualcosa che NON è completo e intelligenza per riconscerlo.

Personalmente sono due settimane che tento di installare Open Compisting, segnalando e parlando con Trevino, senza risultati (non per cola sua), ma lo so perfettamente che non c’è nulla da stupirsi, ne da arrabbiarsi.

La responsabilità per un software è tanto di chi lo produce quanto di chi lo installa.

3 commenti leave one →
  1. martedì 19 giugno , 2007 10:38 pm

    comcomp? a me va che è una meraviglia. al momento più fluido e stabile di beryl e compiz.
    cmq sono dìaccordo con te quando dici :
    “Ragazzi, suvvia, bisogna sapere quel che si fa.
    Bisogna sapere che si sta installando un’applicazione che NON è da considerare stabile. E’ infatti in fase di sviluppo.”

    in riferimento a qualunque cosa, non comcomp nello specifico. ovviamente credo tu ti riferissi in generale.
    cmq grazie a teleperion sono venuto a conoscenza di questo script fatto da uno spagnolo che a me personalmente va alla grande

    http://forums.opencompositing.org/viewtopic.php?f=22&t=412&start=0

    C’è anche la guida (prima spagnolo, poi inglese). Non devi modificare nulla a parte se vuoi aggiungere due tre plugin in più che non sono stati aggiunti ma basta scrivere appunto i nomi di questi tre plugin.

    Qui il download che trovi alla fine.
    http://www.opencompositing.org/viewtopic.php?f=22&t=412

    Lo script non crea danno. Installa i pacchetti necessari e poi installa in /usr/local per non interferire col resto.
    Io ho disinstallato beryl e compiz, mi trovo davvero bene

  2. martedì 19 giugno , 2007 10:47 pm

    Grazie per le segnalazioni, appena ho tempo magari le provo!

    Le mie considerazioni, come hai colto, non sono riferite in particolare a Open Compositing, potevo prendere un qualsiasi altro nome🙂

    E’ importante sapere quel che si fa soprattutto su computer con i quali si lavora.
    Io, ad esempio, non posso permettermi di fare troppi errori/casini su questo computer, perchè ci lavoro🙂

    Un buon backup è certo una buona soluzione, un po’ di attenzione è la prevenzione🙂

  3. mercoledì 20 giugno , 2007 12:33 am

    “E’ importante sapere quel che si fa soprattutto su computer con i quali si lavora.”

    infatti quando scrivo qualcosa sul blog, cerco di spiegare anche cosa si fa, almeno non si va alla ceca senza sapere che è successo dopo che il pc non parte più :-S

    i primi tempi su linux seguivo guide ma era tutto “critico”

Lascia un commento

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: