Skip to content

Geany, semplice editor

mercoledì 30 maggio , 2007
by

Incuriosito da questi due articoli, mi sono interessato, e ho deciso di provare questo editor, Geany.

text-edit2.png

Installazione

Il file lo si trova a questo indirizzo.
Non funzionando il link al pacchetto per Ubuntu, consiglio il download del file sorgente

Una volta completato il download, l’installazione prosegue facilmente : scompattare e compilare con i classici metodi:

$: ./configure
$: make
$: make install

Ho provato a vedere come reagiva con diversi formati di file e diversi linguaggi di programmazione (c,xml,html, xhtml, java) e queste sono le mie impressioni.

Pro

  • Ha un’interfaccia semplice, a tratti ricorda Bluefisch Editor, di cui riprende alcune funzioni (tool per il codice dei colori);
  • Ha una shell interna;
  • Compila con “make”, compila c e java;
  • Riconosce la sintassi di C, java, html,xml (di cui esegue anche l’autocompletamento);
  • Evidenzia la sintassi con colori;
  • Identifica le diverse parti di un documento, evidenziandole nello script, facilitandone la navigazione.
  • Per ogni linguaggio evidenzia i contenuti per categorie (classi, interfacce, pacchetti, main, funzioni,..)

Contro

  • Non compila xml, nè controlla la validità e il well-formed ;
  • Non da alcuna informazione su file dtd, cui non da alcun tipo di informazione o evidenza alla sintassi
  • Non compila correttamente html/xhtml
  • Fa tutto bene, ma c’è chi lo fa meglio😛

Conclusioni

Di sicuro ha un ottimo sistema di categorizzazione ed evidenza dei moduli di uno script, ma non è decisamente all’altezza di Bluefisch, nè si può comparare al caro vecchio gedit (la vera applicazione con cui fare il confronto), opportunamente attrezzato.

Un buon software che però soffre di molte limitazioni invece comprese in altri software già disponibili in Ubuntu.
Ha una buona gestione del php, ma Bluefisch è anni luce avanti, con suggerimenti e codice già pronto.
Mette bene in evidenza la sintassi e Java… Netbeans ed Eclipse sono su un altro mondo.
Per quanto riguarda html/xhtml non è ai livelli di Screem.

Certo il software con cui compararlo dovrebbe essere un suo pari, come gedit, l’editor semplice di Gnome.
Anche qui non ha spunti sufficienti per battere in funzionalità Gedit, che seppure non abbia lo stesso notevole sistema di categorie per ogni tipo di linguaggio, ha decisamente più possibilità nella validazione dei diversi formati.

Non mi sento di consigliarlo e non penso lo utilizzerò. E’ ancora agli inizi, magari ci stupirà prossimamente🙂

4 commenti leave one →
  1. Geppo permalink
    mercoledì 30 maggio , 2007 2:42 pm

    ma è possibile aprire le cartelle remote di nautilus?
    E scusa: esiste il code completion in stile micromedia MX del tipo che se scrivi “

  2. mercoledì 30 maggio , 2007 3:04 pm

    Anche screem permette il code completion, ma ha una gestione di xml, xhtml, html molto più completa di Geany, a partire dalla lista di DTD disponibili (su screem sempre aggiornati ed interabili), alla possibilità di verificare validità del tuo codice, all’anteprima grafica, o dell’albero dei link….

    Per dirti: i programmi che uso per web design sono 4; Screem, Gimp,
    Bluefish per il php, Inskape per il vettoriale.

    Con questi programmi sostituisco egregiamente la suite macromedia🙂

  3. mercoledì 1 aprile , 2009 2:18 pm

    Ciao…geany dal mio punto di vista è uno dei migliori ide..Io lo uso anche su windows😉

Trackbacks

  1. Editor Python: rivaluto Geany « Opera Omnia

Lascia un commento

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: