Skip to content

Ubuntu dilaga

martedì 29 maggio , 2007
by

Ubuntu e i progetti ad essa inerenti stanno aumentando a vista d’occhio.

ubuntu_banner

Eccone alcuni esempi:

Da Punto Informatico:

DEFT è una distribuzione Linux live basata su Kubuntu nata dal progetto di due italiani, lo sviluppatore Massimiliano Dal Cero e il project manager Stefano Fratepietro. Il sistema operativo è stato pensato per rispondere in modo specifico alle esigenze della computer forensics, quella disciplina che si occupa della protezione, identificazione, estrazione, raccolta, analisi e documentazione delle prove digitali (tipicamente su computer) ritenute utili in procedimenti penali o civili.
Oltre alle principali applicazioni contenute nella versione live di Kubuntu, DEFT include tutta una serie di programmi open source utili non soltanto a polizia scentifica e investigatori, ma anche a system administrator e utenti evoluti che necessitano di individuare intrusioni, analizzare log e pacchetti di rete, recuperare dati o partizioni corrotti, e craccare password o file cifrati.

L’ultima versione di DEFT, la 2.0, è stata rilasciata ieri. Contiene oltre 25 pacchetti specializzati (qui l’elenco completo) ed è basata sul kernel 2.6.20 e su KDE 3.5.6.

L’insediamento di Ubuntu nel sistema pubblico è ancora una volta il segnale che si stanno finalmente aprendo gli occhi, e le menti, soprattutto.
Credo che non vedrò mai DEFT (non è i mio campo) ma ne sono contento per due fattori:
1)è basata su kubuntu;
2) è fatta da italiani

La società torinese CreaLabs è invece in procinto di lanciare un servizio commerciale, YourWay, che permette di configurare Ubuntu o Kubuntu con lingue, applicazioni e tema grafico di propria scelta e farsi recapitare la distribuzione così personalizzata su DVD.

“Con YourWay è possibile creare un determinato DVD di installazione OEM capace di eseguire tutte le operazioni senza alcun intervento umano”, si legge sul sito del servizio. Sito sul quale è anche possibile registrarsi ad una newsletter per ricevere novità sul progetto.

Proprio di recente PC World ha assegnato alla nuova versione di Ubuntu, la 7.04 “Feisty Fawn”, il premio come “uno dei migliori prodotti del 2007”.

Probabilmente non vedrò nel mio pc nemmeno questa iniziativas, visto che ho le conoscenze necessarie per arrangiarmi, ma è comunque un’agevolazione alla conquista del settore desktop.
Riservo comunque delle perplessità su questa iniziativa: se da un lato può aiutare gli utenti meno esperti, dall’altro li abitua a quel malsano ambiente in cui tutto è già dato e l’utente non impara nulla…

Contemporanemante leggo che la regione Lombardia sta pensando di passsare all’open source ed evitare di pagare migliaia di euro per licenze software che vanno “ad aziende straniere” (e chi saranno mai??😛 ).

Aggiungiamoci il recente accordo con DELL, e scopriremo che Ubuntu non solo è riuscita ad entrare nel cuore della comunità linux in brevissimo tempo, ma è anche riuscita nell’intento da sempre considerato off-limits: portare linux alle orecchie di tutti.

Ancora un successo per questa distribuzione e per il suo fondatore, Mark Shuttleworth

Dico sempre che per linux la strada è in salita. Lo confermo anche ora ms non c’è dubbio che si trova sempre più compagnia nel percorrerla…

No comments yet

Lascia un commento

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: